16B – Belgian Pale Ale 

  • Aroma: Predominante aroma di malto con un carattere moderatamente fruttato ed un basso livello di aroma da luppolo. Aroma di malto tostato, biscottato. Potrebbe presentare un furttato di pera o di arancia ma non così fruttato/citrico come nella maggioranza delle altre Belgian Ale. Distintivo floreale o speziato, basso o moderato carattere di luppolo, opzionalmente mischiato con un livello pepato o speziato da fenoli nella base. Assenza di diacetile.
  • Aspetto: Colore da ambrato a ramato. La limpidezza è molto buona. Cremosa, spessa e “solida” schiuma bianca che però spesso scompare prima rispetto ad altre birre belghe.
  • Sapore: Fruttato e speziato da leggero a moderato con un delicato e vellutato maltato e relativo leggero carattere di luppolo e fenoli da bassi a molto bassi. Potrebbe presentare un fruttato di pera e/o arancia, ma non così fruttato/citrico come nella maggioranza delle altre Belgian Ale. Ha un inizio maltato dolciastro e delicato con sfumature di tostato, biscottato e noccialto. Il sapore di luppolo va da basso a nullo. L’amaro è da medio a basso ed è spesso complementato dal basso livello di fenoli pepati. C’è un finale da moderatamente secco a moderatamente dolce con il luppolo che diventa più prominente nelle versioni secche.
  • Sensazione al palato: Corpo da medio leggero a medio. Il livello di alcolico è basso e qualsiasi carattere caloroso dato dall’alcool, se presente, dovrebbe essere basso. Nessun carattere di “calore” dato dall’alcool o di solvente. Carbonatazione media.
  • Impressioni generali: Una birra ambrata, fruttata, moderatamente maltata, in una qualche maniera speziata. Facile da bere.
  • Storia: Era prodotta dalle birrerie utilizzando radici come si usava fare nella metà del 1700, gli esemplari più conosciuti diventatono perfetti dopo la seconda guerra mondiale con alcune influenze che arrivavano dell’inghilterra, inclusi luppoli e lieviti.
  • Commenti: Più comunemente si trovavano nelle province fiamminghe di Anversa e del Brabante. Considerata una “birra da tutti i giorni” (categoria I). Comparata con le sue “cugine” della categoria “S” più forti in alcool, esse sono considerate birre da facile bevuta. Niente dovrebbe essere troppo pronunciato, il bilanciamento è la chiave.
  • Ingredienti: Malto Pilsner o Pale per la base, con aggiunte di Cara-Vienna e Cara-Monaco per aggiungere colore, corpo e complessità. Normalmente non viene utilizzato zucchero candito in quanto non viene richesta una alta gravità iniziale. Luppoli nobili, Styrian Goldings, East Kent Goldings o Fuggle sono comunemente i più utilizzati. Lievito adatto a produrre moderati fenoli è quello più utilizzato ma le temperature di fermentazione dovrebbero essere tenute moderate per limitare questo carattere.
  • Caratteristiche generali: 
  • OG: 1.048 – 1.054 
  • IBUs: 20 – 30 
  • FG: 1.010 – 1.014 
  • SRM: 8 – 14 
  • ABV: 4.8 – 5.5%


Ricevi le novità sulle birre, news ed eventi

0
YOUR CART
  • No products in the cart.